fbpx

Balsamo bio: ecco i migliori, scelti da noi

Di balsamo bio in commercio ve ne sono diversi, ma quale scegliere? Quali sono i migliori? Scopriamolo insieme.
Balsamo bio

Il balsamo per capelli è un prodotto molto importante per la cura e l’aspetto dei nostri capelli, in particolar modo quando sono sottoposti a trattamenti stressanti con i quali si opacizzano, indeboliscono e si sfibrano. Per ovviare a questi problemi è quindi opportuno usare il balsamo per i capelli, che funge da protezione da queste forme di aggressione. A differenza dello shampoo, che serve a lavare e ripulire il cuoio capelluto, il balsamo serve a districare, nutrire il capello e a ridurre l’elettricità statica

La maggior parte dei prodotti per capelli presenti in commercio e che è possibile trovare in qualsiasi supermercato però, sono realizzati con siliconi e altri agenti chimici, che con il passare del tempo e degli utilizzi possono rovinare i capelli. Inoltre, questi stessi prodotti sono spesso testati sugli animali e provocano molto inquinamento per l’ambiente. Fortunatamente, al giorno d’oggi esistono delle alternative green ed ecosostenibili per prendersi cura dei propri capelli, e tra questi troviamo anche il balsamo bio. Dunque, oltre a scegliere tra i migliori shampoo biologici in commercio, che possono anche essere shampoo solidi, potrai scegliere il balsamo naturale che più si addice alla tua necessità, ma vediamo come qua sotto.

Scegliere il balsamo in base al tipo di capelli

Esistono tanti tipi di balsami bio per capelli, e scegliere quello giusto per i propri capelli può risultare complesso. Usare un balsamo non adatto alla propria chioma può causare effetti non gradevoli. Ad esempio, se si ha una cute e un capello grasso si consiglia di scegliere un balsamo leggero, che non vada ad appesantire ulteriormente il capello. 

I balsami bio più diffusi in commercio possono essere divisi in tre grandi categorie:

  • balsamo districante: è lo scopo principale per il quale si utilizza il balsamo. Per chi ha capelli normali si consiglia di utilizzare un balsamo bio a base di olio di semi di lino, olio di oliva o aloe vera;
  • balsamo nutriente: questo tipo di balsamo bio è indicato per chi ha capelli secchi, sfibrati e con molte doppie punte. Questi prodotti sono di solito a base di burro di karitè, olio di argan e olio di cocco;
  • balsamo ristrutturante: è il tipo di balsamo perfetto per chi ha capelli che sono stati molto danneggiati dall’utilizzo costante di piastre, phon, tinte per capelli e altri trattamenti. Si tratta di prodotti a base di avena, olio di jojoba, olio di rosmarino e altre proteine vegetali.

I migliori balsami bio

Abbiamo selezionato per voi i migliori balsami capelli bio presenti sul mercato. Vediamone insieme le caratteristiche principali:

  • Balsamo Rinforzante di Gyada: è un balsamo bio privo di siliconi e parabeni, indicato per capelli normali. Si tratta di un balsamo dalle proprietà ristrutturanti, ideale per districare le chiome più fragili e con doppie punte. 
  • Balsamo per capelli secchi Alkemilla: questo balsamo bio è indicato per chi ha capelli secchi. La formulazione infatti è molto nutriente e contiene estratti di arancio e limone, insieme ad amminoacidi della soia e del grano.
  • Balsamo capelli ricci Alkemilla ai semi di lino: Alkemilla propone anche un balsamo per capelli ricci. La formulazione è a base di semi di lino, con un profumo molto dolce e delicato. Il prodotto è adatto anche a chi ha capelli molto sottili in quanto non appesantisce.
  • Balsamo capelli delicati Officina Naturae: questo balsamo bio è cremoso e nutriente, e promette di nutrire i capelli senza appesantirli. Il prodotto, che contiene Mallo di noce, è indicato per capelli delicati.
  • Balsamo per capelli danneggiati Biofficina Toscana: Biofficina Toscana propone un balsamo bio all’olio di oliva e alle proteine vegetali del fagiolo baccello. Si tratta di un prodotto ad ata concentrazione, studiato per riparare i capelli fortemente danneggiati e stressati.
  • Balsamo per capelli secchi con effetto illuminante: questo balsamo di La Saponaria con moringa e girasole è un trattamento indicato per capelli secchi e trattati. Ha un effetto nutriente e ristrutturante, ideale per donare nuova vitalità e luminosità alle chiome più stressate.
  • Balsamo volumizzante Maternatura: il balsamo di Maternatura contiene estratto di fiori di zafferano, ricco di condizionanti naturali e sostanze proteiche. È un prodotto utilissimo per dare flessibilità a tutti i tipi di capelli sottili, ai quali dona corpo ed elasticità.

Perché scegliere un balsamo per capelli bio?

Il balsamo capelli bio è realizzato con ingredienti naturali provenienti da un’agricoltura biologica che opera nel pieno rispetto dell’ambiente. Un balsamo bio quindi compie la sua funzione districante e nutriente senza provocare danni ai capelli nel corso del tempo. È questo che lo differenzia dagli altri balsami contenenti siliconi che, se utilizzati per tanto tempo, possono provocare danni ai capelli e al cuoio capelluto. 

I balsami bio non contengono derivati petrolchimici, derivati animali, siliconi o nichel, che invece sono sempre presenti nei balsami più tradizionali e comuni. I prodotti bio, che all’interno della propria formulazione presentano solo ingredienti naturali, sono privi di sostanze tossiche e allergizzanti. Si rivela quindi di fondamentale importanza leggere l’elenco degli ingredienti presenti all’interno di un prodotto cosmetico per sapere cosa contiene ciò che stiamo acquistando e che intendiamo applicare sulla nostra chioma.

Come applicare il balsamo bio?

Il balsamo bio va utilizzato come i classici balsami: va applicato dopo lo shampoo dalle lunghezze fino alle punte dei capelli. Dopo averlo lasciato qualche minuto in posa in modo da farlo penetrare nei capelli, va risciacquato abbondantemente con acqua. È molto importante non applicarlo sulla cute e sulle radici dei capelli perché può risultare troppo nutriente, rendendo la cute grassa come prima del lavaggio. Esistono anche dei balsami che non richiedono il risciacquo dopo l’uso e hanno anche questi numerosi vantaggi, ma ne parleremo in modo più approfondito in un altro articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *