fbpx
Home » Cura del viso » Dentifricio biologico: le mie migliori scelte

Dentifricio biologico: le mie migliori scelte

Stai cercando dei dentifrici che siano naturali, dal buon sapore, che siano efficaci e che non costino un’esagerazione?

Tra i cosmetici biologici che più usiamo in casa ci sono sicuramente i dentifrici e posso dirti che ne abbiamo provati tanti. Ne trovo di buona qualità e con prezzi accettabili (sotto le 5 €) soprattutto su Sorgente Natura e su Ecco-Verde. Io, mio marito e anche i bambini ormai usiamo da tempo dei dentifrici naturali, che non contengono composti chimici e che sono sicuri per la nostra bocca.

Più sotto ti elenco alcuni ingredienti che non devono essere contenuti nei dentifrici. Meglio scegliere un dentifricio senza fluoro o altri ingredienti pericolosi per la salute (o anche solo con il dubbio di pericolosità, a mio avviso).

Ma ora passiamo a scegliere i dentifrici che più ci piacciono.

Se poi ti interessa avere una bocca sempre splendente, non dimenticare di idratare sempre le tue labbra: qua qualche idea per scegliere il tuo burrocacao.

Dentifricio sbiancante Protettivo AloeVera2

Uno dei migliori, a mio avviso, dal buon sapore di menta che permette di mantenere un fresco alito a lungo e con un potere sbiancante che protegge il sorriso da sostanze come caffeina e teina.

Per i miei denti, questo dentifricio mi permette di tenere lontano il tartaro che purtroppo si forma di frequente. In generale, questo dentifricio è anti-placca, anti-tartaro con effetto lenitivo per le gengive sensibili, preservando lo smalto dei denti e garantendo un’efficace pulizia sbiancante.

Questo dentifricio sbiancante contiene olio di neem, lichene islandico, clorofilla, tea tree ed echinacea. Inoltre, contiene inoltre aloe Barbadensis in doppia concentrazione.

Questo dentifricio non piace solo a me e mio marito. Su Sorgente Natura ha addirittura 300 recensioni positive con una media di 5 stelle su 5.

Vorrei fare una precisazione: c’è un “ x 2” sulla confezione che trae in inganno perché si pensa che nella scatolina ci siano 2 dentifrici. Invece la dicitura si riferisce alla presenza doppia dell’Aloe Barbadensis. Volevo avvisarvi perché è facile confondere le cose.

Per il resto rimane consigliatissimo.

Tubetto da 100 ml (il più grande qua descritto)

Lo trovate facilmente su Sorgente Natura ma anche su Amazon, tanto che se ne compri di multi quantità puoi trovare dei buoni sconti.

Dentifricio Sbiancante La Saponaria

Un altro dentifricio sbiancante che amo molto è quello alla menta e carbone attivo “Bio Smile” di La Saponaria. Si tratta di un dentifricio che lascia una piacevole sensazione di freschezza grazie alla presenza di tre tipi di menta. Contiene poi carbone attivo e succo di aloe vera che permettono di rimuovere le macchie delicatamente, senza danneggiare lo smalto.

Sottolineo inoltre che il tubetto è fatto in plastica bio da canna da zucchero, anche se devo segnalare che è difficile spremerlo quando è quasi a termine. Devo necessariamente tagliare il tubetto alla sommità per recuperare una buona dose di dentifricio.

Tubetto da 75 ml.

Anche in questo caso si tratta di un dentifricio stra votato su sorgente Natura con 5 stelline su 5 con circa 38 voti.

Dentifricio Salino contro il tartaro Weleda

Ho scelto di provare un dentifricio Weleda perché amo molto i loro prodotti e acquisto spesso quelli per i bambini. Devo dire che i cosmetici Weleda non sono proprio economici ma sono di grande qualità e, comunque, spesso si trovano a prezzi scontati. Ho dunque comprato questo dentifricio a meno di 5 € su Amazon. Lo trovi però anche su Sorgente Natura.

Di questa pasta salina apprezzo la sua formulazione anti-tartaro che per me è fondamentale. Grazie alla presenza di sale marino, questo esercita un’azione autopulente, stimolando la salivazione. Agisce inoltre in abbinata con il bicarbonato di sodio, preservando lo smalto dei denti e neutralizzando gli acidi nocivi.

In particolare, la combinata sale marino e bicarbonato di sodio svolgono queste preziose azioni:

  • riducono la placca e la formazione di tartaro;
  • neutralizzano gli acidi dannosi provenienti dall’alimentazione e rinfrescano l’alito;
  • rafforza le gengive;
  • rafforzano il processo autopulente della salivazione.

Tubetto da 75 ml.

Questo dentifricio senza menta lascia comunque una fresca sensazione, pulisce a fondo e sbianca i denti. Forse potrà sembrare inusuale il sapore leggermente salato e il colore marroncino ma i suoi granuli permettono una profonda pulizia. Ha un contenitore in metallo facile da spremere e molto apprezzato.

Anche in questo caso è un dentifricio dalle ottime recensioni.

Io l’ho comprato qua su Amazon, ma lo trovi anche su Sorgente Natura.

Dentifricio bio economico Lavera

Il cosmetici Lavera sono sicuri, di buona qualità e relativamente economici, se rapportati a quelli biologici. È dunque bene ricordare questo dentifricio dal prezzo interessante ch puoi trovare anche nei supermercati.

È un dentifricio che agisce contro la placca, proteggendo le gengive, lasciando un alito fresco e piacevole.

È un dentifricio a base di calcio.

Lo trovi anche su Ecco-verde.

Dentifricio biologico per bambini Neobio

Come ti dicevo, ho scelto prodotti biologici non solo per noi adulti ma soprattutto per i bambini. Tra quelli che ho fatto provare ai miei figli, il dentifricio Neobio per bambini è quello migliore per qualità e prezzo, nonché per il suo gusto, apprezzato dai bimbi.

Si tratta di un dentifricio con papaya e mela in forma di gel che non contiene glutine e coloranti, neanche naturali.

Molto buono e apprezzato sia dai genitori che dai bambini!

Ora che ti ho presentato le mie scelte, vorrei comunque metterti in guardia da alcuni ingredienti che i dentifrici comuni possono contenere. Vediamoli.

Ingredienti nocivi nei dentifrici

Ecco cosa non deve contenere un dentifricio:

  • Fluoro di sodio: cercare dentifrici senza fluoro, anche se non biologici, lo consiglio vivamente a tutti. Meglio preservare la salute dei propri denti e quella generale, sia di piccolini che di grandi.
  • Triclosan: è un antibatterico che però sviluppa allergie e resistenza agli antibiotici. Meglio non rischiare.
  • SLS-SLES: si tratta di tensioattivi molto frequenti nel cosmetici economici ma sono aggressivi e soprattutto derivano da alcune sostanze petrolifere;
  • PEG e altri emulsionanti che sono composti di sintesi chimica e di origine petrolifera (come con SLS e SLES, tu ti metteresti del petrolio in bocca?);
  • allo stesso modo, fai attenzione ai petrolati come Mineral oil, paraffina, vaselina;
  • Saccarina ed aspartame: non è ancora ben chiaro quali possono essere gli effetti di questi dolcificanti sul nostro organismo ma, proprio perché non c’è chiarezza, consiglio di evitarli;
  • Coloranti ed aromi: non sono necessari e in genere hanno una formulazione chimica. Controlla che non siano presenti nei tuoi dentifrici;
  • Microgranuli: evita dentifrici con i micrograuli (a meno che non sia il dentifricio salino visto qua sopra), perché in genere graffiano i denti. Per fortuna dal 2020 sono poi stati vietati quelli microplastici.

Ora, visto che hai un’idea di cosa devi evitare, pensando alla tua salute, meglio scegliere un dentifricio biologico. Hai visto che se ne trovano anche a prezzi accessibili.

Spero dunque di esserti stata utile nella scelta.

Alla prossima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.