fbpx

Risciacquo acido: a cosa serve e quando farlo

Il risciacquo acido è fondamentale per curare la nostra cute. Vediamo a cosa serve e in che caso è bene farlo.
Risciacquo acido

Il risciacquo acido è l’alleato perfetto per capelli spenti, opachi e crespi. Con un semplice gesto, alla fine della nostra beauty-routine in doccia, possiamo restituire alla nostra chioma vigore, forza e lucentezza.

Come funziona il risciacquo acido?

Il risciacquo acido, se eseguito correttamente ci regala capelli luminosi, brillanti e senza il tanto odiato effetto crespo. Ma come funziona? Magia? No. Ovviamente scienza. Questo agisce direttamente sulla struttura del nostro capello. Il fusto è, infatti, costituito da squame che in un capello sano e ben curato saranno chiuse e di conseguenza il capello apparirà morbido e setoso. In caso contrario, le squame saranno aperte ed il capello avrà un aspetto opaco, in quanto rifletterà la luce in maniera disomogenea, risultando spento e disordinato.  È bene ricordare che il calore dell’acqua e il calcare presente in essa sono fattori che tendono ad aprire le squame del capello, contribuendo alla perdita di luminosità e morbidezza. 

Il risciacquo acido ristabilisce, così, il PH dei capelli e agisce come protettore, chiudendo le cuticole senza bisogno di siliconi o prodotti filmanti. Per massimizzare i benefici del risciacquo è opportuno che esso venga eseguito o come ultimo step della nostra routine, ossia dopo aver applicato shampoo e balsamo, oppure dopo aver applicato lo shampoo e quindi prima del balsamo. Per quanto riguarda la frequenza, si consiglia di valutare l’effetto ottenuto sulla propria chioma, la porosità, lo spessore e lo stato di salute dei capelli; si sconsiglia, inoltre, di effettuarlo dopo ogni shampoo nel caso di lavaggi molto frequenti e ravvicinati. 

Risciacquo acido per capelli grassi

I principi attivi naturali presenti nei prodotti dedicati al risciacquo acido donano alla chioma una sensazione di capelli super puliti grazie alle loro proprietà purificanti e antisettiche. Gli ingredienti da ricercare nel caso di capelli grassi sono il limone, l’aceto, la birra e il rosmarino, quest’ultimo molto noto per le sue qualità sebo-regolatrici. Per godere di tutti i benefici di tale procedura è bene dedicare particolare attenzione allo scalpo, massaggiandolo delicatamente durante il processo.  

Risciacquo acido per capelli ricci

Per i capelli ricci il risciacquo acido risulterà provvidenziale, grazie alle sue proprietà lucidanti e all’azione diretta sulla struttura del capello il temibile effetto crespo sarà solo un vago ricordo. Se effettuato con costanza si potranno vantare dei ricci decisamente più definiti e lucenti.

risciacquo acido capelli ricci

I migliori prodotti naturali per un risciacquo acido perfetto

I prodotti dedicati al risciacquo acido coniugano gli acidi responsabili del bilanciamento del PH con estratti vegetali, che idratano e rimpolpano il fusto capillare. Vediamo insieme le proprietà e l’utilizzo dei migliori prodotti naturali per un risciacquo acido insuperabile:

  • Risciacquo Acido Capelli al Geranio Rosa di Maternatura: è l’ideale per chi desidera capelli morbidi, disciplinati e lucenti. Racchiude tutti i suoi innumerevoli benefici in un pratico flacone semplice da utilizzare, dopo la doccia basterà nebulizzare sui capelli umidi, insistendo sulle lunghezze. L’azione coordinata dell’acido lattico e dell’acido glicolico ristabilisce il PH naturale dei capelli. Gli oli essenziali di geranio e agrumi insieme agli estratti vegetali di mango e passiflora, sono in grado di idratare a fondo i capelli danneggiati da piastre, asciugacapelli e trattamenti aggressivi di colorazione. Un prodotto biologico senza paraffina e parabeni, che diventa così un passaggio irrinunciabile della beauty-routine. 
  • Acidella Risciacquo Acido alla birra di Parentesi Bio: questa sfrutta le proprietà naturali della birra. Le vitamine del gruppo B, il potassio e gli antiossidanti contenuti in questa bevanda restituiscono nuova linfa ai capelli, andando a contrastare la secchezza e la caduta. L’acido lattico e la naturale acidità della birra bilanciano e ristabiliscono il PH conferendo una nuova linfa alla vostra chioma. È bene ricordare che Acidella va applicata come trattamento finale; una chicca che può essere utilizzata come fissante del colore nel caso di impacchi con erbe tintorie, per mantenere una colorazione vivida e ricca di sfumature, che duri nel tempo.

Risciacquo acido fai da te

Il risciacquo acido si può preparare facilmente anche a casa con ingredienti economici e semplici, che tutti hanno in dispensa. Un vero e proprio rimedio della nonna, è infatti possibile preparare queste ricette nella propria cucina senza bisogno di oggetti o prodotti particolari. Vediamo insieme le preparazioni:

  • Risciacquo acido con aceto di mele: l’aceto di mele è ampiamente utilizzato nella cosmesi, le sue proprietà benefiche sono ben note ed è un alleato prodigioso quando si tratta di capelli. Gli ingredienti necessari per questa preparazione sono: uno o due cucchiai di aceto di mele per 1l di acqua. 
  • Risciacquo acido con limone: nel caso l’odore dell’aceto risulti troppo fastidioso, il limone è il sostituto ideale. L’acido citrico è un elemento essenziale nella cura dei capelli, dalle intense proprietà disinfettanti. In questa preparazione gli ingredienti necessari sono: il succo di un limone ed 1l di acqua.

Applicare lo soluzione sulla chioma o tamponare un panno imbevuto su capelli lavati. Bisogna fare attenzione con le dosi e non esagerare con la quantità di succo nella miscela, in quanto un uso eccessivo potrebbe danneggiare il cuoio capelluto.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *