fbpx

Cosmesi bio e cosmesi naturale non sono la stessa cosa

Non ti è chiara la differenza tra cosmesi bio e cosmesi naturale? Vuoi capire cosa si intende per cruelty free e cosmesi vegan? Sei nel posto giusto!
Cosmesi bio e naturale

Se la cosmesi bio è la tua passione, allora sei nel posto giusto. Magari sei una professionista del settore, oppure hai sperimentato le terribili allergie causate dai cosmetici tradizionali. Ebbene, in questa guida, troverai informazioni utili sui veri cosmetici bio e non su quelli “falsi” spacciati come tali. Ma, soprattutto, scoprirai la differenza tra cosmetici bio, vegan e naturali. Già, perché forse non lo sai, ma cosmesi bio e cosmesi naturale non sono la stessa cosa.

Anche se apparentemente simili, per efficacia e salubrità, le due linee di prodotti presentano delle sostanziali differenze. Scopriamole insieme.

COSMETICI BIO: COSA SONO

Le linee cosmetiche biologiche includono trucchi, creme, oli, saponi e detergenti  che contengono almeno il 95% di sostanze provenienti da agricoltura biologica. A sua volta, queste sostanze provengono da piante coltivate secondo stagione e senza utilizzo di pesticidi e concimi chimici.

 La legge non detta norme precise sulla cosmesi e sui cosmetici bio, ma solo sull’agricoltura biologica. Infatti, solo i prodotti da agricoltura biologica  sono sottoposti alle normative dell’UE.  I cosmetici bio, invece, seguono un’altra strada: quella della certificazione volontaria per scelta dell’azienda produttrice.   

COSMESI BIO:  LE CERTIFICAZIONI

Prima di essere immessi sul mercato,  i  prodotti cosmetici bio possono essere sottoposti a una procedura di certificazione che ne attesti qualità, sicurezza e sostenibilità ambientale. Ad essere certificati non sono solo i prodotti, ma anche le aziende.  La certificazione viene rilasciata dopo attente verifiche e test,  sia in fase di produzione che dopo.  Solo le aziende e i prodotti realizzati secondo  standard di eticità e sostenibilità ambientale possono ottenere la certificazione.  La stessa certificazione è sottoposta a un processo di revisione annuale o quadriennale.

Nei prodotti cosmetici biologici, la certificazione viene rilasciata da istituti, associazioni di produttori e consumatori, fondazioni ed enti privati per la tutela dell’ambiente. Tra i più importanti, citiamo gli italiani ICEA e CCPB, che si occupano, tra l’altro, di certificare e controllare prodotti biologici nel campo dei cosmetici, del cibo e dell’edilizia. Un altro importante ente certificatore è  Ecocert, gruppo francese che opera nel campo della sostenibilità ambientale. Se vuoi saperne di più, trovi nostri articoli dedicati alla certificazione ICEA e alla certificazione Ecocert tra i nostri approfondimenti.

 Quindi, se vuoi avere la certezza di acquistare prodotti bio cosmetici, devi prima consultare gli elenchi dei sopracitati istituti di certificazione.  Li trovi proprio nei loro siti ufficiali. Negli e-commerce di prodotti cosmetici naturali e biologici, inoltre, nelle etichette, vengono sempre riportati nome dell’ente e codice di certificazione. Tuttavia, per avere l’assoluta certezza di acquistare cosmetici naturali bio, conviene leggere attentamente l’etichetta con l’INCI. Questo termine è l’acronimo di  International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, cioè la nomenclatura internazionale degli ingredienti nei cosmetici.

Nei trucchi biologici, l’INCI  è  fatto  per il  95% da  ingredienti biologici e per un 5% da ingredienti chimici (derivati del petrolio,come paraffina e parabeni).  C’è da dire che alcuni petrolati hanno proprietà conservanti e disinfettanti, specie in prodotti che vengono a contatto con gli occhi. Nel rimmel o mascara bio, ad esempio, per evitare le infezioni oculari, può essere aggiunta una piccola quantità di parabeni. Tuttavia, in caso di allergie, si possono facilmente trovare cosmetici paraben free, cioè cosmetici bio senza parabeni.

COSMETICI NATURALI

I cosmetici o trucchi naturali possono avere un INCI completamente naturale, ovvero privo di sostanze chimiche e di derivati del petrolio. Non è però sempre così, perché anche per i cosmetici naturali non esiste una reale definizione di legge.  La sicurezza di naturalità e salubrità del prodotto proviene sempre dalla certificazione e dalla consultazione dell’INCI. Spesso, si trovano anche cosmetici 100% naturali. In questo caso, gli ingredienti sono composti esclusivamente da sostanze presenti in natura e non chimiche.  I trucchi biologici naturali, ad esempio, sono spesso certificati e composti solo da sostanze naturali.

Nella cosmesi bio, inoltre, bisogna fare un’ulteriore distinzione tra cosmetici  bio e cosmetici naturali, ma anche tra cosmetici vegan e cosmetici cruelty free.  Scopri le differenze nei successivi paragrafi.  

COSMETICI VEGAN

I cosmetici vegan seguono la filosofia vegana, ovvero bandiscono l’uso di ingredienti di origine animale. Nella cosmesi vegan, i prodotti cosmetici non contengono nemmeno sottoprodotti di origine animale, tipo il miele o la cera d’api. Quanto questo sia utile al nostro benessere o alla nostra bellezza, non è facile da scoprire. Infatti, i cosmetici biologici a base di miele e cera d’api possono essere utili per pelli secche o screpolate. In genere, si tende ad evitare questi sottoprodotti di origine animale in caso di allergie ai pollini. Quindi, se soffri di allergie ai prodotti delle api, i cosmetici vegan sono assolutamente ideali per te. I cosmetici vegan contengono anche polveri ricavate da minerali presenti in natura, come ossido di ferro, manganese, ossido di stagno e biossido di titanio. In questo caso si parla anche di make-up minerale.  I trucchi minerali sono in polvere e sono adatti a pelli grasse, giovani o sensibili.

 COSMETICI CRUELTY FREE

I prodotti cosmetici cruelty free provengono da aziende che non effettuano test sugli animali. Per verificarne la tossicità, gli ingredienti cosmetici possono essere infatti somministrati agli animali. I test possono essere effettuati per tutta la vita dell’animale o durante la gravidanza, per verificare eventuali danni sui cuccioli.  Secondo alcune fonti, questi test sarebbero nocivi e addirittura letali per le cavie.  Ecco perché lo standard “cruelty free”  è uno dei requisiti etici che vengono valutati durante le procedure di certificazione dei cosmetici. 

  Le aziende che producono cosmetici cruelty free sono controllate e certificate dall’Ente per  la Certificazione Etica e Ambientale, ovvero il già citato ICEA.  Devi anche sapere che in Italia ci sono regole molto stringenti in fatto sicurezza e qualità dei prodotti,  quindi, i relativi cosmetici biologici italiani sono tra i più sicuri. Per conoscere le aziende e i prodotti cosmetici cruelty free puoi consultare gli elenchi  della LAV, la Lega Antivivisezione.  

I cosmetici bio italiani, assieme a quelli francesi,  sono spesso anche naturali, vegan e cruelty free. Alcune marche di  trucchi bio non sono neanche costose.   In commercio, puoi trovare anche trucchi bio per la tua bambina. Per i minori, infatti, è preferibile scegliere cosmetici naturali che non provochino allergie. I trucchi da bambina  vengono usati in occasione di feste in maschera ed in questi casi è sempre meglio che siano bio e naturali, ma anche senza nichel e senza parabeni.  Ecco alcune marche di cosmetici bio da provare: Avril Cosmetics e Puro Bio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *