fbpx

Smalto biologico: esiste?

Hai mai sentito parlare di smalto biologico? Scopri tutti i brand che lo producono e come scegliere il tuo proferito per avere le tue mani curate!
Smalto biologico

Le mani sono il biglietto da visita di una donna, le si mette in mostra parlando e gesticolando. Usare prodotti naturali e biologici è importante per la salute delle nostre mani e delle nostre unghie, per apparire curate ma al tempo stesso premurandosi del nostro benessere. Anche lo smalto, come la maggior parte degli altri cosmetici può essere biologico e non nocivo. Cerchiamo di capire come riconoscere e come scegliere lo smalto giusto per le nostre unghie.

Smalto biologico vs smalto normale

Perché dovremmo rischiare di andare ad irritare la pelle e ad indebolire le nostre unghie con smalti pieni di sostanze chimiche? Gli smalti non biologici in commercio presentano una quantità di sostanze dannose tra le quali: 

  • Formaldeide: viene usata per rendere più resistente lo smalto ma ha forti controindicazioni. É stata dichiarata sostanza cancerogena, è tossica per la pelle e anche per gli occhi.
  • Toluene: solitamente viene usato negli smalti per favorirne la stesura ma è fortemente nocivo se inalato.
  • Canfora: viene usata negli smalti per la sua azione plastificante ma a lungo andare può provocare reazioni allergiche. Non è adatto alle donne incinte.

Gli smalti biologici vanno ad eliminare queste sostanze in modo da poter rendere più piacevole un gesto di routine femminile, cercando di bilanciare il benessere con la cura della persona. 

È fondamentale, prima di acquistare una boccetta di smalto, controllare l’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) che presenta una lista di tutti gli ingredienti contenuti. Gli smalti bio, o “green” non contengono questi ingredienti, esistono e sono sempre più diffusi. Qui di seguito cercheremo di capire quali sono le marche migliori e quali tipi di smalto bio possiamo scegliere. 

Smalto biologico, cosa troviamo in commercio?

Smalto bio
Smalto biologico

In commercio possiamo trovare ben 3 categorie di smalto biologico.

  • Smalto gel biologico: a differenza degli altri smalti in gel quello biologico presta molta attenzione durante le fasi di applicazione e rimozione, affinché l’unghia non venga danneggiata durante uno di questi momenti.
  • Smalto bio trasparente: lo smalto trasparente è un must have da usare per avere una manicure curata ma non vistosa, per avere l’unghia ordinata o da mettere come top coat sopra il nostro smalto colorato. Visto che si mette in qualsiasi situazione, meglio adoperarlo bio per prevenire vari indebolimenti dell’unghia stessa.
  • Semipermanente: la manicure semipermanente è adatta a chi vuole avere la mani sempre curate e ordinate, avendo la certezza che dopo poco il nostro smalto non si sbecchi e che possa durare a lungo. Chiunque abbia mai provato il semipermanente sa poi i danni che si verificano nel momento in cui esso viene tolto. Le unghie sono fragilissime, si spezzano e sono rovinate. Una buona soluzione, per chi non vuole rinunciare al semipermanente, è di usare quello bio. Questi smalti  hanno una sviluppato una tecnica che permette di limitare l’indebolimento delle unghie e le rotture provocate da piccoli gesti quotidiani. 

Smalti Benecos

Gli smalti Benecos dominano, insieme ad altri pochi, il mercato degli smalti bio. Non contengono formaldeide, canfora, siliconi e parabeni. Sono adatti anche per le donne in gravidanza e per donne che soffrono di allergie gravi. Hanno una buona durata, ottima stesura e magnifica brillantezza nel colore, oltre che ad un’ampia scelta di tonalità. Rientrano nella fascia low cost dei cosmetici pur avendo un’ottima prestazione.

Smalti Avril

Avril è da considerarsi a tutti gli effetti un’azienda green. Oltre alla produzione di cosmetici bio, presta attenzione anche al packaging, non stampano scontrini, usano solo energia rinnovabile e non testano su animali. Ulteriormente a questo valore aggiunto, la qualità non è da sottovalutare. La stesura è rapida ed efficace, hanno una texture notevole e un’ampia gamma di colori per soddisfare qualsiasi esigenza. I negozi, producendo in Francia, si trovano tutti nelle varie città francesi, ma il sito online permette di scegliere sia la gamma donna che uomo, facendoli poi spedire a casa in tempi limitati. Inoltre, puoi trovare i prodotti Avril facilmente su Amazon.

Smalti Zoya vegan free

Se siete delle beauty addicted, sicuramente avrete sentito parlare di Zoya. Zoya, ad oggi rappresenta la prima casa cosmetica ad aver eliminato del tutto le sostanze tossiche e nocive dai propri prodotti, mettendo al primo posto la nostra salute. La storia di Zoya nasce quasi 30 anni fa, una storia che possiamo definire a tutti gli effetti lungimirante. Ha iniziato togliendo tutti gli elementi toxic free. La qualità dello smalto è molto alta, la stesura e le colorazioni sono di tipo professionali, omogenee e brillanti. Ha un’ottima durata, secondo alcune recensioni di clienti, lo smalto rimane intatto fino a 10 giorni consecutivi.

Lo smalto Zoya è vegan free. Come lo sappiamo? Dalle varie certificazioni e attestati ricevuti dall’azienda consultabili sul loro sito.

Lo smalto biologico può davvero fare la differenza per il benessere e la cura delle nostri mani. Le mani raccontano storie e modi di essere e per questo, come primo biglietto da visita, è importante averle curate e sane. Ora con tutta tranquillità potremo continuare a farci la manicure sapendo i rischi che stiamo evitando. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *