fbpx

Saponetta allo zolfo: quando usarla e quale scegliere

Cos'è la saponetta allo zolfo, a cosa serve, quando usarla. Scopri anche per chi è sconsigliata leggendo questo articolo.
sapone zolfo pelle grassa

Anni fa (parecchi ormai), quando ero nel bel mezzo della mia adolescenza, mia nonna frequentava ogni anno le Terme di Salsomaggiore e puntualmente mi portava a casa una saponetta allo zolfo e si raccomandava perché la usassi sul mio viso per eliminare i segni dell’acne giovanile. E questo rimedio, ancor oggi, è ritenuto uno dei migliori per pelli grasse, con brufoli e punti neri, tanto più che lo zolfo è contenuto, in percentuali diverse, in molti prodotti per la pulizia del viso.

Ma vediamone qua di seguito quali sono le proprietà dello zolfo.

Proprietà benefiche dello zolfo per la pelle

Lo zolfo ha proprietà disinfettanti, astringenti ed antinfiammatorie benefiche per la pelle. Ne consegue che, per una pelle impura, l’utilizzo giornaliero di una saponetta allo zolfo aiuta a pulire in profondità la pelle e i suoi pori, riducendone la dimensione e cicatrizzandola, senza lasciare irritazioni. Lo zolfo cura anche malattie della pelle come le psoriasi o la rosacea, ma per queste patologie rimandiamo certamente ad una valutazione medica accurata che vi indirizzi sulla cura migliore par la risoluzione del problema. Se invece hai un semplice problema di pelle grassa, almeno all’inizio, puoi provare con la pulizia del tuo viso con una saponetta allo zolfo, mantenendo sempre alcune indicazioni. Essendo lo zolfo un minerale che elimina il sebo, l’utilizzo eccessivo o su una pelle secca, non è per nulla indicato. Ma lo vedremo meglio di seguito. Avendo però questa caratteristica purificante, spesso viene utilizzato in piccola percentuale anche negli shampoo per capelli grassi, per regolare la produzione di sebo e mantenere più pulito il cuoio capelluto.

In generale lo zolfo, disinfettando i pori della pelle, elimina i batteri presenti sulla pelle evitando che si formino altri brufoli o punti neri.

Ma vediamo ora quando non utilizzarlo, come e quali sono le migliori saponette allo zolfo.

Saponette allo zolfo: quando non utilizzarle

Le saponette allo zolfo hanno proprietà benefiche e curative ma non vanno bene per tutte le tipologie di pelle. Sono indicate infatti per chi ha una pelle grassa, con brufoli e/o punti neri, che dunque presenta una eccessiva produzione di sebo. Lo zolfo tende ad eliminare completamente la produzione di sebo e questa funzione potrebbe essere dannosa per una pelle particolarmente secca. Infatti, se questa tende a screpolarsi facilmente e ad essere ruvida, il problema potrebbe essere esattamente il contrario: il corpo non produce abbastanza sebo per renderla morbida. Non va dunque utilizzato il sapone allo zolfo perché renderebbe la pelle ancora più secca e sgradevole.

In questo caso, rimandiamo comunque ad un consulto medico specialistico per rimediare a questa problematica.

Per chi invece ha la pelle mista o grassa, è possibile utilizzare il sapone allo zolfo avendo alcuni accorgimenti come vediamo di seguito.

Saponetta allo zolfo: utilizzo         

Utilizzare la saponetta allo zolfo per combattere acne e punti neri è un ottimo rimedio naturale. Si consiglia un utilizzo giornaliero solo a chi ha la pelle grassa, mentre per chi ha la pelle mista è possibile utilizzarlo solo 2 o 3 volte alla settimana.

Per ottenere dei risultati soddisfacenti, sarebbe bene seguire queste indicazioni:

  • fare 10 minuti di vapore sul viso per dilatare i pori: basta far bollire un po’ d’acqua, metterla in una ciotola e stare con il viso sopra di essa con una salvietta sulla testa;
  • lavarsi il viso con la saponetta allo zolfo, applicando il sapone sulle zone più difficili che tendenzialmente sono la zona “T”, fronte, naso e mento;
  • sciacquarsi il viso con acqua tiepida;
  • applicare un tonico astringente in modo da favorire la chiusura dei pori.

Raccomandiamo un utilizzo non troppo frequente per le pelli miste e, nel caso si verificasse una eccessiva secchezza della pelle, meglio ridurre l’applicazione. Ricordiamo che su pelli troppo sensibili e secche non va per nulla applicato, per non seccare ulteriormente ed indebolire rispetto agli agenti atmosferici ed inquinanti.

Vediamo ora le migliori saponette allo zolfo e dove trovarle.

Migliori saponette allo zolfo: dove trovarle

Le saponette allo zolfo si possono trovare facilmente sia nei supermercati, in farmacia che online. Tra quelle che si trovano online, trovo una soluzione interessante il Sapone allo Zolfo del marchio Lynpha Vitale che, con una formulazione al 100 % naturale, propone questa ed altre tipologie di saponi solidi. Questa saponetta ha ottime recensioni ed un punteggio alto, infatti fa parte delle Amazon Choice. Segnaliamo inoltre che ha il forte odore caratteristico dello zolfo che però hanno tutte le saponette che contengono questo minerale. Di conseguenza, se vuoi utilizzarla devi tollerarne l’odore, ma i risultati sono assicurati.

In alternativa puoi scegliere anche la saponetta allo zolfo de I Provenzali. La trovi sempre su Amazon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *